FESTIVAL DELLE SAGRE ASTIGIANE 2016

In occasione di quest’evento è possibile pernottare nella nostra struttura al costo di 65 € per notte invece che 80 €.

NB !  Promozione valida per camere doppie. 

Per info 3381129112/3455662941

LE ORIGINI DEL FESTIVAL

Il Festival delle Sagre prende vita nel 1974 sulle ali della pura improvvisazione, da un’idea di Giovanni Borello, allora Presidente della Camera di Commercio, nell’ambito della Douja d’Or, con l’intento di conferire a quello che era essenzialmente un concorso enologico, un momento festoso di schietta allegria.

Fu in particolare l’aspetto gastronomico della sagra, la festa del paese, che sollecitò la fantasia degli organizzatori:riuscire a riunire in un giorno le più genuine specialità della cucina campagnola e proporle ai cittadini perchè riscoprissero, attraverso quei sapori resuscitati, un folklore da non dimenticare.

Il Festival era nato ed il successo non tardò ad arrivare. Si avvertì allora l’esigenza di dare anche un contenuto culturale ed una precisa identità. Si pensò decisamente di esaltare, in ogni possibile aspetto, i valori di una civiltà che si andava ingiustamente sottovalutando e di cui gli astigiani erano figli: la civiltà contadina che, complice il boom industriale, stava vivendo un momento difficile e si stava estinguendo con la conseguente perdita di tradizioni, usi e costumi assolutamente da preservare. Gli inizi furono tormentati e difficili, ma le idee degli organizzatori erano chiare e ben precise nella loro linearità e finirono per affermarsi. Fu così che, dopo quattro anni, venne istituita la sfilata che si svolge ancora oggi nella mattinata della domenica.

Festival delle Sagre 2013

FESTIVAL DELLE SAGRE ASTIGIANE

Sono centinaia di migliaia le persone che ogni anno, attratte da una manifestazione unica nel suo genere, accorrono ad Asti per respirare le atmosfere di un mondo antico. È il mondo contadino tra Otto e Novecento raccontato dal Festival delle Sagre Astigiane, che domenica 11 settembre 2016 festeggia la sua 43^ edizione.

 

Le pro-loco che partecipano al Festival delle Sagre allestiscono, sulla sconfinata Piazza Campo del Palio, una casetta per la preparazione e la distribuzione del proprio piatto caratteristico.

IL GRANDE MENU DELLE SAGRE

ANTIGNANO

Tajarin di mais 8 file al sugo di coniglio – € 3,50.
Crostata di mais con confettura di ciliegie – € 1,80.

 

AZZANO

Risotto ai funghi – € 3,50.
Il dolce dell’Abbazia – € 2,00.

 

BOGLIETTO DI COSTIGLIOLE

Taglierini fatti in casa conditi con sugo di carne – € 3,50.
Pesche al Moscato d’Asti – € 2,00.

 

CALLIANETTO

Gran fritto misto di Callianetto – €  7,50.
Tortino ‘d Gianduja – €  1,80.

 

CALLIANO

Agnolotti d’asino – €  5,00.
Salamini d’asino – €  2,00.

 

CANTARANA

Cotechino con “sancràu” (cavoli) – € 3,50.
Tomini elettrici (formaggio fresco di latte vaccino condito con salsa di prezzemolo, aglio, olio e peperoncino) – € 2,70.

 

CASABIANCA

Polenta fritta con gorgonzola – €  3,00.
Salame dolce di Casabianca – €  1,80.

 

CASTELLERO

“Fundent” (fondenti di nocciole) – € 1,80.
Croccanti di nocciole – € 1,80. 

 

CELLARENGO

Tinche in carpione – € 5,50.
Trippa calda con cipolle (biséca) – € 3,70.

 

CESSOLE

Frittelle salate alla campagnola  – €  2,50.

 

CORSIONE

Torta di mele – €  2,20 – € 2,90.

 

CORTAZZONE

Tagliatelle all’uovo con tartufo – €  5,00.
Focaccia di mele – €  1,80.

 

COSTIGLIOLE

Ravioli con il “plin” – €  4,30.
Bunèt di Costigliole – €  1,80.

 

CUNICO

Gnocchi alla Cunichese – €  3,50.

 

GRAZZANO BADOGLIO

“Soma d’aj” con uva – €  2,20.
Pane arrostito con pomodoro e uva – €  2,20.

 

ISOLA D’ASTI

Baciuà (soffice zampino di maiale lessato, posto sotto aceto aromatizzato, impanato e fritto in padella)  con bagnetto  – €  3,80.
Frittura di lumache – €  4,70.

 

MOMBERCELLI

“Friciula” (frittella salata) con lardo  – € 3,00.

 

MONASTERO BORMIDA

“Puccia” di Monastero (soffice polenta sciolta nel minestrone di fagioli condita con burro e formaggio) – €  3,30.
Robiola di Roccaverano con pane cotto nel forno a  legna e mostarda di uva Moscato- €  2,20.

 

MONCALVO

Sontuoso bollito misto di Moncalvo – €  6,20.
Panna cotta – €  1,50.

 

MONGARDINO

Risotto alla Barbera d’Asti – €  3,50.
Antico “mun” (mattone dolce) – €  1,80.

 

MONTECHIARO

Risotto con tartufo – €  5,00.
Crema dolce in pasta sfoglia – €  1,80.

 

MONTEGROSSO

“Cisrà” minestra di ceci con costine – €  3,50.
Panfritto con salumi del Monferrato – €  2,60.

 

MONTIGLIO MONFERRATO

Rolata di coniglio con funghi e polenta – €  5,00.
Torta di nocciole – €  2,00.

 

MOTTA DI COSTIGLIOLE

Gran “bagna càuda” con peperoni e verdure di stagione – €  4,50.
Involtino di peperone (con ripieno di tonno, burro, acciughe e capperi) – €  3,00.

 

NIZZA MONFERRATO

“Belecauda” (farinata di ceci) – €  3,20.

 

PALUCCO

Lingua in salsa verde – € 3,50.
“Friciö” (frittelle dolci del contadino) – € 1,80.

 

PORTACOMARO

Gran fritto misto di Portacomaro – € 7,50.
Torta di castagne – € 1,80.

 

QUARTO D’ASTI

Tagliatelle al sugo di cinghiale – € 3,50.
Rotolo al cacao con nocciole – € 1,80.

 

REVIGNANO

Zabaglione al Moscato d’Asti – € 2,00.
Bunèt della nonna – € 2,00.

 

REVIGLIASCO

Stufato di vitellone piemontese alla Barbera d’Asti con polenta – € 4,50.

 

ROCCHETTA TANARO

Rustica ai formaggi – € 2,50.
Friciulin (frittelle) di patate – € 2,30.

 

SAN MARZANOTTO

Polenta arrostita sulla brace con salsiccia e peperonata – € 4,50.
Lardo macinato, insaporito e spalmato sul pane – € 1,80.

 

SANTA CATERINA DI ROCCA D’ARAZZO

Agnolotti al sugo di carne – € 4,30.
Antico “bodino” di Casa Savoia” – €  1,80.

 

SAN DAMIANO

Salsiccia alla Barbera d’Asti – € 3,70.
Canestrelli di San Damiano – € 1,70.

 

SERRAVALLE

Tonno di coniglio – € 5,00.
Torta di zucca – € 1,80.

 

SESSANT

Carne cruda all’Astigiana – € 4,20.
Torta di ricotta – € 1,80.

 

VALENZANI

Polenta con bocconcini di cinghiale – € 4,50.
Salamini di cinghiale – € 2,50.

 

VARIGLIE

Pan marià (pane raffermo, passato nell’uovo e fritto) – € 2,20.
Friciulin (frittini) di riso – € 1,70.

  

VIARIGI

Agnolotti alla moda di Viarigi conditi con sugo di arrosto – € 4,30.

 

VILLAFRANCA

Tagliatelle ai funghi porcini – € 3,50.
“Bunèt” al cioccolato – € 1,80.

 

VILLANOVA

Vitello tonnato – € 4,10.
Pesche ripiene al cioccolato – € 2,00.

http://www.doujador.it/festival-delle-sagre-astigiane/

http://www.doujador.it/il-programma-di-domenica/